Rapina da Happy Shopping, l’arrestato è un 27enne portichese

Edizionecaserta.it, 18 Gennaio 2018
MACERATA CAMPANIA. Ha 27 anni ed è di Portico di Caserta il ragazzo fermato nel primo pomeriggio di oggi dai carabinieri della stazione di Macerata Campania per la rapina all’interno del negozio “Happy Shopping” di via Martiri di Cefalonia. Nei confronti di C.A., queste le iniziali del giovane, il pubblico ministero ha disposto gli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato per direttissima. L’udienza si terrà domani mattina presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Da valutare per il gip, oltre al tentativo di rapina, non andato a buon fine per l’intervento di vigilanza e militari, ci sono anche le ferite (per fortuna molto lievi) riportate dal commerciante cinese nella colluttazione col 27enne. Il ragazzo, dopo le formalità di rito successive all’arresto, è stato ristretto nella sua abitazione di Portico di Caserta. Il blitz è stato portato a termine dai carabinieri della stazione di Macerata Campania, guidata dal maresciallo Baldassarre Nero. Ha approfittato della festa per provare a mettere a segno la rapina, ma non avevano fatto i conti con il tempestivo intervento dei carabinieri. I militari dell’Arma si sono portati in pochi minuti dalla caserma a via Martiri di Cefalonia, bloccando sul fatto i malviventi grazie al supporto della vigilanza del gruppo Battistolli. E’ accaduto pochi minuti fa (verso le 13,30) nel negozio “Happy Shopping” di proprietà di una famiglia di cinesi. Verso l’ora di pranzo un malvivente, 30 anni circa, hanno fatto irruzione nell’attività commerciale. Erano perfettamente consapevole che tutti erano in centro per assistere alla sfilata conclusiva delle battuglie per l’ultimo atto della Festa di Sant’Antuono. Pensava probabilmente di aver sorpreso anche le forze dell’ordine, impegnate a garantire l’ordine pubblico ed invece una pattuglia della stazione di Macerata Campania ha sventato il loro piano. Il malvivente ha minacciato il commerciante allo scopo di ottenere l’incasso: non è chiaro se abbia millantato il possesso di un’arma, che nei fatti poi non è stata trovata. L’esercente ha reagito alla rapina: ne è nata una colluttazione al termine della quale il titolare del negozio è stato lievemente ferito. Le urla però hanno richiamato l’attenzione della vigilanza privata che ha contattato i carabinieri, grazie ai quali ha bloccato il giovane rapinatore. Il ragazzo è stato identificato ed è ora in caserma, in attesa di ulteriori accertamenti. Sul posto, oltre ai carabinieri, è giunta un’ambulanza per medicare l’esercente: per fortuna ha riportato ferite lievi e non è stato necessario il trasporto in ospedale.