Borse piene, tre arresti all’IKEA

Milano, 27 marzo – Ore 19:30 circa, una GPG Rangers sta prestando servizio in borghese all’IKEA di via Corsico. La sua attenzione ricade su tre donne e una minorenne intente a mangiare al bistrò dello store, e in particolare sulle loro borse personali, stranamente gonfie. La GPG decide di contattare un collega operatore per seguirne i movimenti tramite televisione a circuito chiuso (TVCC).
Terminato il pasto, le quattro sospettate si spostano in una zona dello show-room non accessibile all’occhio della telecamera, costringendo il Rangers a seguirle a distanza e successivamente attenderle in cassa, per ottenere una maggiore visione del volume delle borse e della possibile refurtiva.
Una volta giunte in cassa, ecco la pronta conferma dell’operatore in cabina di regia: le borse sono effettivamente piene di merce, che le quattro donne non mostrano in fase di pagamento. Il Rangers si avvicina per un controllo, le quattro si rifiutano di mostrarne il contenuto, ma all’intimazione di arrivo dei Carabinieri si decidono a svuotarle: 140 euro circa il valore del bottino.
All’arrivo delle Forze dell’Ordine, le tre sono arrestate e la minore di 14 anni fotosegnalata e denunciata a piede libero.