Barriere antiterrorismo. E i cestini dei rifiuti non sfuggono ai controlli

Il Gazzettino di Padova, 6 Gennaio 2018
Sicurezza a tutto campo, ieri, per la festa della Befana, con le forze dell’ordine a presidiare, capillarmente, Prato della Valle perché non succedesse nulla. Il piano di sicurezza e per le misure antiterrorismo, autorizzato dalla Questura e messo a punto dal Comune e dalle Forze dell’ordine, ieri ha funzionato perfettamente. Insomma, una piazza blindata. Come era accaduto nell’ultimo dell’anno, sono stati chiusi, a partire dalle 16, gli accessi in Prato della Valle; anche il tram e i mezzi pubblici non potevano passare e la circolazione delle auto è stata vietata. Inoltre, sono stati posti dei blocchi di cemento, ai varchi, a protezione della piazza. Polizia locale, carabinieri e polizia hanno, ininterrottamente, vigilato sul Prato della Valle, sia all’interno dell’Isola Memmia che lungo l’anello. I controlli sono stati fatti anche sui cestini dell’immondizia, da parte dell’Aps. Insomma, nulla è stato lasciato al caso. La videosorveglianza è stata attiva, come sempre, tutto il giorno: ad affiancare le Forze dell’ordine, c’erano la Protezione Civile, la Croce Rossa, i Rangers, gli Stewarts e, naturalmente, i Vigili del Fuoco che hanno vigilato, in particolare, nell’area interna e attorno alla pira della Befana. Durante la festa non c’è stato nessun allarme o problema di sicurezza ma tutto si è svolto in un clima di allegria e di fraternità.